413 views

Responsabilità penale e reddito di cittadinanza alla luce del principio di offensività e della sistematica dei reati di falso

- 6 Novembre 2023

Abstract

Per ottenere il beneficio del reddito di cittadinanza, il cittadino può autocertificare il possesso dei requisiti necessari, con l’eventualità che il privato dichiari il falso o ometta informazioni dovute, così rischiando di incorrere in responsabilità penale. Il presente contributo, dunque, prende spunto dal dibattito giurisprudenziale sorto in merito all’esatta perimetrazione delle sanzioni previste in materia ex art. 7 D.L. 4/2019 (risolto dalla Sezioni Unite nell’udienza del 13 luglio 2023, ancora in attesa delle motivazioni) e affronta la più ampia tematica dei reati di falso alla luce del principio di offensività.

SOMMARIO: 1. Introduzione e quadro normativo di riferimento. 2. Il reato di cui all’art. 7 d.l. 4/2019 come species dei reati di falso: due orientamenti a confronto. 3. Un’applicazione coerente del principio di offensività. 4. Conclusioni.  

*Il contributo ha superato con esito favorevole la valutazione anonima da parte di un revisore scelto tra i membri del comitato di valutazione/scientifico ovvero da un revisore esterno da questi indicato e confluirà nel numero 1 del 2024. 

Citazione del contributo:

A. Mandara, Responsabilità penale e reddito di cittadinanza alla luce del principio di offensività e della sistematica dei reati di falso, in De Iustitia, 1, 2024.

- Published posts: 167

webmaster@deiustitia.it

Leave a Reply
You must be logged in to post a comment.