249 views

Il principio eurounionale del legittimo affidamento e la portata retroattiva della declaratoria di incostituzionalità della norma attributiva del potere di emanazione di un atto amministrativo

- 5 Marzo 2024

Abstract

Con la recente sentenza n. 8188 del 2023, il Consiglio di Stato si pronuncia su diverse questioni relative alla compatibilità dell’effetto retroattivo delle sentenze di incostituzionalità della legge delega in base alla quale è stato emanato un atto amministrativo, emesse dal Corte Costituzionale, con il principio del legittimo affidamento riconosciuto dalla giurisprudenza comunitaria. Dopo aver ricostruito i concetti di “retroattività corretta” e di “retroattività impropria” alla luce di tale giurisprudenza, il collegio riconduce la fattispecie in questione alla seconda tipologia di retrospettività, nella quale l’amministrazione ha maggiori margini di manovra sfavorevole. ledendo il legittimo affidamento del privato beneficiario dell’atto amministrativo decaduto a seguito della dichiarazione di incostituzionalità. Il Collegio respinge, peraltro, la richiesta di risarcimento del danno subito in conseguenza della violazione da parte dell’amministrazione del legittimo affidamento nella legittimità di un atto amministrativo risultato affetto da sopravvenuta invalidità, come nell’ordinamento italiano Non si può ritenere che l’amministrazione abbia alcuna responsabilità extracontrattuale per l’esecuzione di norme incostituzionali prima della loro dichiarazione di incostituzionalità. Pur priva di una sostanziale capacità innovativa, la sentenza è coerente con il complessivo contesto giurisprudenziale, che – ad avviso di chi scrive – dovrebbe dare una più forte tutela al principio del legittimo affidamento in tale ipotesi di impropria retrospettività.

By the recent judgment no. 8188 of 2023, the Italian Council of State takes a stand on various issues related to the compatibility of the retrospective effect of the judgements of unconstitutionality of the power-conferring statute under which an administrative act has been issued, released by the Constitutional Court, with the principle of legitimate expectations as recognized by EU case-law. After having reconstructed the concepts of “proper retroactivity” and “improper retroactivity” in the light of such case-law, the panel brings the case in question back to the second type of retrospectivity, in which the administration has greater room for adversely affecting the legitimate expectations of the private individual beneficiary of the administrative act quashed following the declaration of unconstitutionality. Besides, the panel rejects the request for compensation for the damages suffered as a consequence of the breach by the administration of the legitimate expectation in the legitimacy of an administrative act turned out to be affected by supervening invalidity, as in the Italian legal system the administration cannot be considered to have no-contractual liability for the enforcement of unconstitutional statutes before their declaration of unconstitutionality. Although lacking substantial innovative capacity, the ruling is consistent with the overall case-law context, which – in the author’s view – should give a stronger protection to the principle of legitimate expectations in such event of improper retrospectivity.

SOMMARIO: 1. I fatti in causa. 2. La distinzione tra retroattività propria e retroattività impropria. 3. Il rigetto della richiesta di rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia: le argomentazioni di diritto unionale. 4. (segue) le argomentazioni di diritto interno. 5. La pregressa giurisprudenza su tale fattispecie di tutela del principio del legittimo affidamento. 6. L’impossibilità di configurare un diritto del privato al risarcimento dei danni subiti a seguito dell’applicazione amministrativa di leggi successivamente dichiarate incostituzionali. 7. Conclusioni.  

*Il contributo ha superato con esito favorevole la valutazione anonima da parte di un revisore scelto tra i membri del comitato di valutazione/scientifico ovvero da un revisore esterno da questi indicato e confluirà nel numero 2 del 2024. 

Citazione del contributo:

R. Musone, Il principio eurounionale del legittimo affidamento e la portata retroattiva della declaratoria di incostituzionalità della norma attributiva del potere di emanazione di un atto amministrativo, in De Iustitia, 2, 2024.

- Published posts: 194

webmaster@deiustitia.it

Leave a Reply
You must be logged in to post a comment.