La natura dei canoni dei beni demaniali marittimi

Dott.ssa Camilla della Giustina

Abstract Con le sentenze n. 204/2024 e 215/2024, il Consiglio di Stato è intervenuto in tema di canoni di beni demaniali marittimi. Si tratta di due pronunce estremamente innovative: esse statuiscono che i canoni delle concessioni demaniali marittime non possono qualificarsi come tributi poiché hanno una ‘natura’ extratributaria. La tesi sostenuta dai Giudici di Palazzo […]

Cass. Civ., sez. I, ud. 23 gennaio 2024 (dep. 20 febbraio 2024) n. 4448

Dott.ssa Arianna Zurzolo

SOMMARIO: 1. Massima. 2. Svolgimento del processo. 3. Motivi della decisione. 4. Dispositivo. Massima La doppia genitorialità non può essere attestata dall’Ufficiale di Stato Civile qualora derivi da tecniche di PMA realizzate all’estero da parte di coppie omogenitoriali. Il c.d genitore intenzionale non viene quindi incluso nella formazione dell’atto di nascita, ma può ricorrere all’adozione in casi particolari per […]

Cass. Pen., sez IV, ud. 26 ottobre 2023 (dep. 22 novembre 2023), n. 46861

Prof. c. Filippo Marco Maria Bisanti

SOMMARIO: 1. Massima. 2. Svolgimento del processo. 3. Motivi della decisione. 4. Dispositivo. Massima Non integra il reato di cui all’art. 186, comma 7, c.d.s., il rifiuto del conducente di un veicolo di sottoporsi ad accertamenti del tasso alcolemico mediante prelievo di liquido biologico presso un ospedale, qualora non sussistano congiuntamente, nella circostanza concreta, i due indefettibili presupposti delineati […]

Cass. Pen., Sez II, ud. 12 dicembre 2023 (dep. 14 gennaio 2024), n. 6595

Avv. Francesco Martin

SOMMARIO: 1. Massima. 2. Svolgimento del processo. 3. Motivi della decisione. 4. Dispositivo. Massima La mancata previsione dell’impugnabilità, nell’ambito del procedimento penale, dell’ordinanza che nega all’indagato/imputato l’accesso ad un programma di giustizia riparativa non pone problemi di legittimità costituzionale, poiché il procedimento riparativo di cui all’art. 129-bis c.p.p. non ha natura giurisdizionale, concretizzandosi in un servizio pubblico di cura […]

Cass. Pen., sez I, ud. 12 ottobre 2023 (dep. 21 dicembre 2023), n. 51180

Dott. Federico Aloisio

SOMMARIO: 1. Massima. 2. Svolgimento del processo. 3. Motivi della decisione. 4. Dispositivo. Massima In tema di rito abbreviato, la riduzione di un ulteriore sesto della pena irrogata (come previsto dalla c.d. riforma Cartabia in relazione all’art. 442 co. 2-bis c.p.p.) spetta solo nel caso di radicale mancanza dell’impugnazione e non anche nel caso di rinuncia all’impugnazione già proposta. […]

Corte di giustizia 16 gennaio 2024 nella causa C-621/21, Intervyuirasht Organ na DAB pri ms (donne vittime di violenza domestica), ECLI:EU:C:2024:47

Dott.ssa Emanuela De Falco

SOMMARIO: 1. Massima. 2. Antefatto della causa. 3. Le motivazioni della pronuncia della Corte di giustizia. Massima La Corte ha chiarito che le donne possono ottenere protezione internazionale se sono esposte a violenza fisica, mentale, sessuale o domestica nel loro paese d’origine a causa del loro sesso. Se le condizioni per il riconoscimento dello status di rifugiato non […]

Cass. Pen., sez. II, ud. 3 ottobre 2023 (dep. 16 novembre 2023), n. 46209

Dott. Andrea Provenzano

SOMMARIO: 1. Massima. 2. Svolgimento del processo. 3. Motivi della decisione. 4. Dispositivo. Massima Il silenzio può costituire un “raggiro” ai sensi dell’art. 640 c.p. quando non si risolve in un mero contegno omissivo, come tale connotato da un significato ontologicamente neutro, bensì in un silenzio eloquente, ossia un silenzio che, inserito in uno specifico contesto, assume valenza di […]

La tela di Penelope: verso un’altra riforma della prescrizione

Avv. Francesco Martin

Abstract La Camera dei Deputati ha recentemente approvato il D.D.L. nr. 893, Pittalis, che interviene sulla prescrizione. In particolare viene prevista una sospensione della prescrizione di 24 mesi dopo a sentenza di condanna in Appello. Se la sentenza di impugnazione non arriverà nei tempi previsti, la prescrizione riprenderà il suo corso e si calcolerà anche […]

Cass. Pen., sez VI, ud. 7 novembre 2023 (dep. 26 gennaio 2024), n. 3350

Avv. Francesco Martin

SOMMARIO: 1. Massima. 2. Svolgimento del processo. 3. Motivi della decisione. 4. Dispositivo. Massima Il dipendente comunale addetto al Casinò municipale rivesta la qualifica di incaricato di pubblico servizio, in quanto organo del Comune medesimo, con lo specifico compito di verificare la correttezza delle operazioni di pagamento ai giocatori delle slot-machine, nonché la destinazione al bilancio comunale dei proventi […]

Sciopero della fame del detenuto: vincolatività delle DAT e rilevanza dei fini

Prof. Anna Maria Siniscalchi

Abstract Sulla base della recente esperienza di un detenuto in sciopero della fame contro l’applicazione dell’art. 41-bis, che prevede il “c.d. carcere duro”, il lavoro si interroga sulla validità delle DAT, regolate dalla legge n. 219/2017, qualora esse siano impiegate per fini ulteriori rispetto a quelli strettamente connessi alle scelte relative alla libertà di cura, […]